A Light+Building 2016 si incontrano il design di 929MILANO e le elevate performance di Plexiform

929MILANO e Plexiform di RossiniGroup presentano alla nuova edizione di Light+Building una ricca serie di soluzioni progettate per soddisfare i più elevati standard tecnologici e di design.

Il gruppo, che raccoglie al suo interno tutte le sfaccettature del mondo della luce, si concentra da sempre sulla qualità del prodotto e su un’organizzazione produttiva certificata e di qualità.

Con il brand 929MILANO, nato nel 2014, l’attenzione si concentra sul design, ottenuto in collaborazione con progettisti, per dare forma a lampade decorative dedicate al mondo residenziale e contract.

Con Plexiform, azienda italiana acquisita nel 2012, il gruppo procede la ricerca e l’applicazione delle ultime tecnologie, offrendo sistemi fessibili e dalle elevate performance di rendimento luminoso per garantire la massima estetica, efficienza e risparmio energetico. Le proposte sono indirizzate alla progettazione architettonica, al contract, all’ufficio e al retail, senza dimenticare l’ambito residenziale.

Per quanto riguarda 929MILANO queste le novità: dalla creatività di Andrea Lazzari nascono le sospensioni Pavè e Intra. Lo studio Chiaramonte Marin disegna Terrazza Martini, lampada a sospensione che prende ispirazione dal tipico aperitivo milanese, in particolare dal Martini con l’oliva infilzata nello stuzzicadenti.

Lilium, di Stefano Valente, è una lampada da terra sinuosa ed esile, raffinata come il fiore a cui si ispira. Colpisce il materiale del diffusore: il telo Extenzo®, un tessuto traslucente che trasmete la luce a LED creando un effetto impalpabile e delicato.

Opera, disegnata da Federica Suman, è caratterizzata da una essenziale e allo stesso tempo scenografca strutura a ‘gabbia’.

Il Centro Tecnico del marchio propone Gioia e Besana. La prima è una sospensione che punta sui riflessi del vetro e l’energia del colore. Besana, elegante e senza tempo, fonde artgianalità e gusto tecnico: ad esaltare il volume pieno e rotondo della sfera in vetro soffiato è la lavorazione artistica della sfumatura; la parte superiore del diffusore è una calotta metallica, dal gusto contemporaneo.

La ricerca sui LED procede anche per Plexiform, con l’intento di offrire soluzioni tecnologiche ed innovative ad architetti, lighting designer ed installatori, nel rispetto delle normative ambientali e dell’efficienza energetca, apportando risultati sempre maggiori in termini di performance luminosa e comfort visivo.

Tra i progetti presentati per la prima volta, abbiamo la lampada LED a sospensione Eiffel, caratterizzata da una struttura centrale in alluminio, da cui si difonde la luce attraverso due schermi laterali di soli 8 mm di spessore, in PMMA trasparente.
Sistema9 è un modulo luminoso che si può installare in diversi prodotti Plexiform per raggiungere un impareggiabile UGR (fatore di abbagliamento) minore di 9.

La gamma dei profili da incasso si amplia con Rif, gola luminosa di misure variabili e personalizzabili, per una luce che diventa elemento architettonico nel disegnare gli spazi e delimitare i volumi.

Tilt permette di illuminare intere superfici diffondendo, grazie ad uno schermo in policarbonato, una luce omogenea e distesa oppure asimmetrica, radente e verticale, capace di esaltare i dettagli architettonici e le texture delle superfci.

La famiglia best seller di Plexiform Dinamica si arricchisce con il potenziamento del suo circuito LED e con la nuova sospensione quadrata o rettangolare Dinamica Q, che produce una luce diretta e diffusa sul piano di lavoro, unica e continua, netta e precisa, senza angoli ciechi.

Oltre alle migliorate performance luminose di Dinamica, segnaliamo lo sviluppo di Minivega e Ovo a cui si
aggiunge la versione da terra, una linea di luce continua che illumina con decisione l’ambiente circostante.
Infine torna rinnovata Folio, una sospensione a LED ad emissione diretta che in soli 2,5 mm di
spessore, arreda e illumina lo spazio.